Mission

Il nostro sguardo non è unidirezionale, è interrotto da altri sguardi che innestano la sospensione di ogni linguaggio, cultura e identità.
Se riuscissimo ad attuare questa sospensione, scopriremmo che l’ascolto delle voci “altre” permettebbe, al nostro essere, di aprirsi all’ "Alterità”, di immergersi nelle molteplici possibilità di mutare il proprio punto di vista, di trovare nuove forme di pensabilità dove l’alterità, intesa come diversità, può esistere, anche silenziosamente.

Anna Nabriuska 1996

 

Abile Mente si propone di :

 

 Favorire l’integrazione tra sordi e udenti;

 Diffondere la conoscenza e cultura della sordità nell’opinione pubblica e presso tutte le figure professionali coinvolte;

  Facilitare i rapporti con le varie sfere della vita sociale mediante interventi di sostegno, mediazione, orientamento, consulenza e affiancamento;

  Fornire servizi di doposcuola scolastico e tutorato universitario;

  Tutelare i diritti dei sordi, dei soggetti a rischio di esclusione sociale e dei loro familiari;

 Valorizzare sul piano etico, sociale, economico, legislativo delle pari opportunità e delle pari dignità e promuovere opportunità di lavoro;

 Stimolare la ricerca scientifica in collaborazione con le Università;

Contribuire a programmi di studio e di ricerca promossi e realizzati da istituti o da altri enti e organismi;

 Realizzare video, pubblicare, divulgare e commercializzare monografie, documenti, elaborati, pubblicazioni, libri;

Promuovere la cultura del teatro e del teatro-terapia allo scopo di favorire la piena inclusione sociale delle persone sorde e dei soggetti a rischio di esclusione sociale;

 Promuovere programmi e iniziative volte all'intensificazione degli scambi culturali tra l'Italia e i paesi esteri, con particolare riguardo a quelli tra i giovani abili e diversamente abili;